Browser Story

Prima di tutto diamo una definizione di Browser : Un browser web è un programma che consente agli utenti di visualizzare e interagire con testi, immagini e altre informazioni, contenute in una pagina web. Il browser è in grado di interpretare il codice HTML e visualizzarlo in forma di ipertesto. L’HTML è il codice che si trova in ogni pagina web.I browser solitamente vengono utilizzati su computer, ma non mancano altri dispositivi in grado di effettuare la navigazione con un browser, tra cui i palmari e gli smartphone. La Storia: Il primo browser fu sviluppato da Tim Berners-Lee (tra i primi precursori del concetto di WWW e fondatore del W3C), e venne chiamato WorldWideWeb; era disponibile solo per sistema operativo NeXT e perciò in seguito fu chiamato Nexus.Il primo browser a raggiungere un’apprezzabile popolarità internazionale fu Mosaic, sviluppato da NCSA, seguito poi da Netscape Navigator;la prevalenza di Netscape negli anni 90° fu incrinata dalla GUERRA DEI BROWSER,una competizione commerciale,ma poi di immagine cominciata da Microsoft.La Microsoft per vincere incluse nel proprio sistema operativo Internet Explorer;Netscape reagi rilasciando nel 1998 il proprio codice con una licenza open source. Il progetto Mozilla che ne derivò fornisce il codice che è alla base di diversi browser, fra i quali Netscape, Mozilla Suite, Galeon, Beonix, FireFox e uno dei programmi di accesso della AOL.

Timeline of web browsers

Netscape Navigator

Netscape Navigator fu il primo web browser grafico di successo della storia dell’informatica. Dalla versione 8 il suo nuovo nome è Netscape Browser.Nacque nel 1994 per iniziativa di Netscape Comunications Corporation, società fondata da Jim Clark e Marc Andreessen, uno degli sviluppatori che avevano creato il web browser NCSA presso il National Center for Supercomputing Applications. Chiamato inizialmente Mosaic Navigator, a seguito di problemi legali con NCSA riguardo all’utilizzo del nome fu subito rinominato Netscape Navigator. Il suo stile ha dato il nome a uno stile grafico per il sistema operativo Linux, ed è stato fonte di ispirazione per la prima generazione di interfacce grafiche di Java.Un tempo web browser di riferimento per i navigatori di Internet, Navigator ha visto la sua popolarità declinare progressivamente. Dalla posizione di assoluta preminenza detenuta fino al 1998, grazie sia alla mancanza di valide alternative e ad alcune importanti innovazioni tecniche – quale, ad esempio, l’adozione del protocollo SSL – è attualmente utilizzato da non più dell’1 per cento degli utenti della Rete[1] e ha perso terreno nei confronti del suo più grande rivale, Microsoft Internet Explorer: questi, infatti, che aveva debuttato nel 1993 con la versione 1.0, all’epoca non era ancora in grado di competere con la suite di Netscape sia in termini di funzionalità, sia in precisione nella resa grafica delle pagine web. Internet Explorer era giunto alla versione 4.0, lo stesso numero di versione che nel frattempo aveva raggiunto Netscape, ma non era ancora fornito di serie con Microsoft Windows. L’azienda di Bill Gates non lo considerava un prodotto strategico e non ne aveva spinto la diffusione, continuando a considerarlo un modulo applicativo esterno al sistema operativo, con il proposito di venderlo separatamente con un prezzo dissociato da quello di Windows. Tale proposito non ebbe poi mai alcuna realizzazione pratica, visto l’enorme successo della diffusione gratuita di Netscape.Agli inizi del 1997, e poi nel giugno del 1998 con Windows 98, la Microsoft rilasciò nuove versioni di Internet Explorer integrate con il sistema operativo al punto tale che, a detta della stessa società, i due prodotti erano diventati inscindibili. La presenza di un browser web come IE all’interno di ogni nuovo computer, già configurato, funzionante e per di più semplice da utilizzare, decretò il pieno successo del browser della Microsoft. Nonostante la rapida evoluzione e maturazione di Internet Explorer, alcuni utenti continuavano a considerarlo non all’altezza di Netscape, più per simpatia verso la stessa Netscape che non per documentate ragioni tecniche. Nonostante ciò la diffusione e la popolarità del browser di Microsoft divennero ben presto inarrestabili. Nel frattempo in casa Netscape le vicissitudini societarie e la mancanza di un solido business model in grado di supportarne lo sviluppo cominciarono a mettere in crisi l’azienda rallentando lo sviluppo di nuove versioni del prodotto. Diventava evidente a tutti come non fosse possibile costruire un’impresa sana e profittevole attorno ad un prodotto distribuito gratuitamente in Internet. Ci vollero quasi 5 anni prima che una nuova versione di Netscape, la versione 6.0, vedesse la luce. La versione 5 venne saltata integralmente per rilasciare direttamente la versione 6, basata sul codice di Mozilla. Quest’ultima versione offriva alcune interessanti migliorie tecniche, tra cui un nuovo motore di rendering Gecko, lo stesso utilizzato dai browser della Mozilla Foundation, e alcuni strumenti utili al navigatore, tra cui la memorizzazione delle password e la gestione dei cookie. Nel complesso il nuovo browser risultava piuttosto pesante per i computer dell’epoca, richiedendo molta memoria RAM, senza offrire in cambio significativi miglioramenti in termini di fruibilità.La versione 7.0, seguita poi dalla 7.1 e 7.2 che erano principalmente dei bug-fix, non ebbe successo. In queste versioni era stato aggiunto il Tabbed browsing ed era stato realizzato qualche piccolo miglioramento, ma nel complesso i problemi che affliggevano la versione 6 rimasero anche nella versione 7, e anche quest’ultima fu poi abbandonata. Il 19 maggio 2005 AOL (America On Line, all’epoca il più noto Internet provider statunitense) annunciò la disponibilità di Netscape 8 che, nonostante il nome, non era più sviluppato dalla Netscape Corporation, ma si basava su un codice completamente riscritto. Gli sviluppatori avevano infatti basato Netscape su Mozilla Firefox, il browser open source che nel frattempo stava guadagnando popolarità tra gli utenti di Internet, grazie ad una serie di nuove funzionalità.

Mozilla Firefox

Mozilla firefox

Mozilla Firefox è un browser gratuito e open-source per Windows, Linux e MacOS X.Facile da usare,esso vincitore di numerosi premi, diventaancora più veloce, sicuro e personalizzabile per adattarsi completamente alle tue esigenze sul Web.Il Web è un posto grandioso,dove a volte si può ad entrare in un imboscata di virus;Firefox ti mantiene al sicuro da spyware, truffatori e spammer, sfruttando l’appoggio di una comunità vigile e appassionata per proteggerti;anche dalle truffe online o dalle contraffazioni;infatti Quando incontri un sito sospetto che sembra essere contraffatto (noto anche come tentativo di “phishing”) Firefox ti avviserà e ti porterà ad una pagina di ricerca con cui potrai trovare il sito autentico che stavi cercando.Il sistema di aggiornamento automatico di Firefox verifica periodicamente se stai utilizzando l’ultima versione del software e ti avvisa quando è disponibile un aggiornamento di sicurezza. Questi aggiornamenti di sicurezza sono piccoli (normalmente 200KB-700KB) e contengono solo lo stretto necessario: in questo modo è possibile velocizzare la procedura di download e installazione.

Personalizza il tuo browser

Scegli tra migliaia di componenti aggiuntivi in grado di potenziare Firefox. È semplice personalizzare Firefox.Puoi scegliere tra oltre 1000 componenti aggiuntivi su addons.mozilla.com. Un componente aggiuntivo può aiutarti a fare un confronto tra diversi negozi online, condividere i segnalibri con i tuoi amici, visualizzare la situazione del meteo in un angolo del browser, scrivere articoli sul tuo blog, ascoltare della musica – tutto all’interno del browser. QUINDI SE SIETE TENTATI DI SCARICARE MOZILLA FIREFOX ECCO A VOI LA VERSIONE PIU’ RECENTE :

Opera (browser)

Opera è un browser web prodotto da Opera Software, disponibile per i sistemi operativi Windows, Macintosh, Linux e molti altri. È il quarto browser più utilizzato dopo Internet Explorer, Mozilla Firefox e Apple Safari.Tra le sue caratteristiche principali è possibile ricordare i filtri per bloccare le finestre pop-up, un client NNRP per Usenet e uno per le e-mail completo di filtri anti-spam. Come Firefox, Internet Explorer.Riesce a interfacciarsi ai plug-in di Netscape per estendere le proprie funzioni e include il supporto per Java e per la navigazione di siti FTP.A partire dalla versione 7 utilizza il motore di rendering Presto, che ha rimpiazzato il vecchio Elektra.Dalla versione 7.50 è dotato di un lettore di feed RSS e di un client per IRC.La versione 9.24, l’ultima stabile rilasciata, oltre a un aggiornamento del motore di rendering, include un client BitTorrent, lo Speed Dial™ (funzione che mostra nove pagine scelte dall’utente all’aperture di ogni nuova scheda) e il supporto per i widget, mini applicazioni scritte utilizzando la tecnologia HTML(Utilizzate anche da Apple nell’applicazione Dashboard presente in Mac OS X) , CSS e Javascript, che mostrano ad esempio l’orologio o una calcolatrice e che sfruttano il motore di rendering del browser. Altre applicazioni costruite con i widget sono la Dashboard di Apple e Yahoo! Widget di Yahoo!. È inoltre disponibile sul sito di Opera un widget appositamente progettato per la Wikipedia italiana, che rende possibile cercare una qualunque voce sulla wiki da qualunque sito si stia navigando. Dalla versione 9.1, in aggiunta, è presente il nuovo sistema anti-phishing.Opera è disponibile in 30 lingue differenti, tra cui l’italiano e supporta molti sistemi operativi, tra cui Windows, Linux, Macintosh, QNX, OS/2, FreeBSD, Solaris e Symbian. L’interfaccia nei vari sistemi operativi è identica, in questo modo l’utente potrà trovare le stesse opzioni su qualunque piattaforma.Come molti altri browser, Opera supporta i temi che possono facilmente essere configurati in modo da personalizzare il programma. Inoltre, se si tiene il cursore del mouse sopra una tab per qualche secondo, Opera visualizza – in una finestra più piccola – l’anteprima della pagina aperta nella tab, funzione che al momento nessun altro browser supporta.Inoltre Opera è l’unico browser che permette l’MDI delle finestre (ovvero si possono aprire e ridimensionare finestre più piccole dentro la finestra principale, come in numerosi altri prodotti software).La funzione “Speed Dial” permette di salvare una lista di siti preferiti, visibili all’apertura di una nuova pagina, e per i quali può essere impostato un aggiornamento periodico.

Windows Internet Explorer

Internet Explorer (WIE o IE), precedentemente rilasciato come Microsoft Internet Explorer (MSIE), è il browser Internet prodotto da Microsoft. È il browser più diffuso: attualmente si stima una quota di mercato del 78.5% (agosto 2007).La versione 7.0 di Internet Explorer si può scaricare dal sito di Microsoft nella versione finale per Windows XP SP2 e Windows Server 2003. è già presente in Windows Vista (la versione per Windows Vista si chiama IE7+ per distinguerlo dalla versione per Windows XP). La versione italiana è stata rilasciata il 14 novembre 2006 per Windows XP SP2. La distribuzione automatica della versione italiana tramite il servizio Windows Update ha avuto inizio il 1° gennaio 2007.Windows Internet Explorer 7.0 era disponibile solo per le installazioni di Windows originali fino al 25 ottobre 2007; da quella data è possibile scaricarlo senza controlli. Come altri aggiornamenti Microsoft, infatti, Windows Internet Explorer 7.0 era protetto dal sistema Windows Genuine Advantage, anche se è confermata la presenza di una procedura di installazione per sistemi Unix tramite l’uso dei tool Wine e ies4linux che scavalcava questo sistema di protezione. Ecco alcune novità della nuova versione del browser di Microsoft:

  • Esso non è più integrato nella shell del sistema operativo, ma è un’applicazione a sé stante, per una maggiore sicurezza. IE7 non è più in grado di fare da file browser e viceversa esplora risorse non è in grado di fare da web browser: se in IE7 si digita il percorso di un file locale del proprio hard disk, quello non sarà più aperto da IE7 ma verrà aperto da esplora risorse e viceversa un sito web digitato in esplora risorse verrà aperto utilizzando IE7.
  • Navigazione a schede (tabbed browsing), funzionalità presente da tempo su altri browser e che era stata fino a poco tempo prima considerata inutile dalla stessa Microsoft (che però aveva reso disponibile su IE6 tramite plug-in MSN). I tab si possono anche riordinare mediante trascinamento. Si può decidere di ripristinare all’apertura del browser, i tab lasciati aperti.
  • Maggiore sicurezza grazie a: nuovo motore di gestione degli URL che assicura un parsing più sicuro e affidabile, filtro Anti-Phishing integrato ed esecuzione del browser in modalità protetta (quest’ultima feature è presente solo in Windows Vista).
  • Sono stati corretti i bug noti relativi agli standard Web e migliorato il supporto di HTML 4.01, DOM level 2 e CSS 2.1 (:hover sui vari elementi, !important, ecc.).
  • Supporto al canale alpha delle immagini PNG, che ne consente la trasparenza nelle pagine web con una tecnica più sofisticata rispetto a quella utilizzata dalle immagini GIF.
  • International Doman Names (IDN) per gli URL con caratteri internazionali multilingua. C’è anche un controllo avanzato dei caratteri cioè Anti-Spoofing causato da caratteri simili nelle diverse lingue che possono trarre in inganno l’utente (quando un URL con caratteri mischiati è individuato, viene mostrato il corrispondente Punycode URL).
  • Quick Tabs (anteprima dei tab) permettono di vedere e gestire le pagine aperte nei tab, con una vista a miniatura (thumbnails) in un’unica finestra.
  • Tab Groups permette di raggruppare le schede e salvarle in categorie in modo da poter aprire in un colpo solo più pagine contemporaneamente.
  • Page Zoom (o ingrandimento della pagina) che permette agli utenti di zoommare il testo e la grafica delle pagine web mantenendo un’elevata qualità di visualizzazione.
  • ActiveX opzionali per dare agli utenti più sicurezza la maggior parte dei controlli ActiveX (anche quelli che sono già installati sulla macchina) saranno disabilitati di default nell’area Internet. Gli utenti potranno comunque riabilitarli su necessità. Solo gli ActiveX firmati digitalmente possono essere installati ed eseguiti.
  • Modalità protetta (presente solo in Windows Vista) blocca l’accesso in scrittura al di fuori della cartella dei file temporanei e fa operare IE7 in una specie di sandbox. In questo modo un eventuale malware non potrà installarsi e nemmeno una falla di sicurezza nel browser potrà intaccare il sistema scrivendo o modificando file al di fuori della cartella dei file temporanei. Solo le operazioni che richiedono interazioni con l’utente, come il salvataggio di un file tramite la finestra di dialogo, potranno essere autorizzate a scrivere al di fuori della cartella dei file temporanei.
  • SSLv3 e TSLv1 sono i protocolli sicuri https adottati di default da IE7 per stabilire connessioni protette.
  • Miglioramenti nella gestione della cache e nella decompressione dei contenuti che consentono una maggiore velocità nel caricamento delle pagine web. La nuova cache ha anche delle euristiche migliori per essere più robusta contro le corruzioni dell’indice.
  • Supporto degli RSS feeds con lettore integrato. Per ciascun feed è possibile specificare quando deve essere aggiornato automaticamente (minuti, ore, giorni e settimane). Viene supportata anche la funzione di autodiscovery degli RSS nelle pagine web.
  • Nelle opzioni è presente un nuovo pulsante che permette di cancellare con un unico comando i file temporanei internet, i cookies, la cronologia, il completamento automatico e le password.
  • La nuova barra degli indirizzi ha nuove icone che indicano il tipo di connessione protetta SSL e ci sono colori di sfondo diversi a seconda del tipo di protezione SSL e dell’affidabilità decisa dal filtro antiphishing.
  • Unico pulsante Refresh/Go: quando l’URL cambia il pulsante si trasforma da Refresh a Go e quando si preme Go (o Invio) si trasforma da Go a Refresh. Lo spazio occupato dalle barre degli strumenti in IE7 è ottimizzato, lasciando quindi più spazio per le pagine web. I pulsanti Avanti/Indietro hanno accanto una piccola freccia verso il basso che apre un menu a discesa per accedere velocemente alle pagine visitate precedentemente.
  • Sono state migliorate le possibilità per gli sviluppatori di software di estendere le funzionalità del browser con estensioni usando anche linguaggi come Visual Basic, C++, Borland Delphi, C# o un qualsiasi linguaggio .NET Framework.
  • Protezione barra indirizzi e barra di stato evita che un sito web la possa nascondere celando la propria identità. Inoltre le finestre di dialogo modali (che richiedono interazione con l’utente) vengono mostrate in primo piano solo quando è selezionato il tab che ha effettivamente generato quella finestra di dialogo (il tab nel frattempo viene colorato di arancione, per attirare l’attenzione dell’utente).
  • IE7 si avvale della tecnologia Cleartype per una migliore leggibilità dellle pagine HTML. È quindi possibile abilitare il ClearType su IE7, indipendentemente dalle impostazioni del sistema operativo.
  • Migliorata la funzione di stampa e anteprima delle pagine.
  • Possibilità di amministrare tutte le impostazioni del browser attraverso i Criteri di Gruppo (group policy) di Windows
  • Fix My Settings controlla ad ogni avvio e ad ogni modifica delle impostazioni del browser, che sia sempre garantito un livello di sicurezza accettabile e avverte in caso di problemi. È possibile anche far correggere automaticamente le impostazioni.
  • Sono stati rimossi alcune caratteristiche obsolete: il protocollo Gopher, Telnet, Channel Definition Format (CDF) o canali, gli Scriptlets, DirectAnimation, XBM, DHTML Editing Control, ecc.
  • No Add-ons consente di caricare IE7 senza le estensioni installate
  • Selezione del testo intelligente
  • livello di cifratura in IE7 di Windows Vista: 256-bit
  • Cross-Domain Barriers evita che gli script presenti su una pagina web possano interagire con il contenuto presente su altri siti o finestre
  • Parental Controls (presente solo in Windows Vista) permette all’amministratore di controllare quali siti si possono visitare (utile per le famiglie).
  • Lettore di documenti XPS integrato (richiede il Microsoft .NET Framework 3.0)

Mozilla Thunderbird

Mozilla Thunderbird è un client di posta elettronica e news (perché in grado di gestire i feed RSS ed i Newsgroup) sviluppato da Mozilla Foundation (la stessa comunità che sviluppa Firefox) ed è un software libero. La versione 1.0 è stata rilasciata il 7 dicembre 2004. La sua versione 1.5 è stata rilasciata il 12 gennaio 2006, mentre l’ultima versione stabile, la 2.0, è stata rilasciata il 18 aprile 2007.Il programma è disponibile per sistemi Microsoft Windows, GNU/Linux, Mac OS X e molti altri. Supporta estensioni (funzionalità aggiuntive da installare a seconda delle esigenze) e temi (con i quali è possibile personalizzare l’aspetto del programma). Altre caratteristiche del programma sono:

  • un filtro bayesiano anti spam;
  • la possibilità di creare filtri per “smistare” automaticamente la posta su diverse cartelle;
  • raggruppamento dei messaggi secondo data, mittente, priorità o altre caratteristiche;
  • capacità di importazione messaggi da altri programmi (tra cui anche Eudora e Microsoft Outlook);
  • posta in arrivo singola per account multipli;
  • la ricerca veloce;
  • gestione account POP e IMAP;
  • completamento degli indirizzi LDAP.

Safari

Safari è un browser web sviluppato dall’Apple Inc. per il sistema operativo Mac OS X. È il browser fornito di default con Mac OS X versione 10.3 (Panther) ed è l’unico browser fornito con Mac OS X 10.4. Utilizza per renderizzare le pagine HTML il framework WebKit, fornito con il sistema operativo.Stando a quanto detto da Apple la versione 3 di Safari (ancora in beta) risulta da test eseguiti con iBench il browser più veloce nel rendering delle pagine HTML, nell’esecuzione di codice JavaScript e nell’avvio. Avendo una velocità doppia rispetto a Internet Explorer nei primi due test ed avendo un buon margine su FireFox. La diffusione del browser ha avuto nel 2007 un netto incremento dovuto alla disponibilità della versione per Windows, all’integrazione del programma nell’iPhone e nell’iPod Touch e all’andamento favorevole delle vendite dei sistemi Apple. A settembre 2007 il browser rappresenta il 6% del mercato diventando il terzo browser per diffusione dietro a Internet Explorer e Firefox.

WWW browser per DOS e Linux

Attualmente Arachne e’ un browser per il WWW con un’interfaccia grafica a tutto schermo che gira su sistemi operativi DOS compatibili. Versioni per sistemi operativi POSIX-compliant come Linux sono sotto sviluppo.Arachne e’ stato creato dalla xChaos software. Esso supporta un sottoinsieme di specifiche HTML/4.0, tra le quali tabelle, frame, imagemaps, form e altro. Sono inclusi anche client per FTP ed e-mail.Nel pacchetto distribuito sono inclusi un dialer PPP, un lettore di file WAV ed altre utility freeware. Aggiunte come player MPEG, AVI/Quicktime/MP3 o client per TELNET possono essere facilmente scaricati come “Arachne packages”, la cui installazione e’ totalmente automatica.

Scarica Arachne per DOS

Prima leggi le istruzioni per l’installazione, poi vai alla pagina dei download. Ti sara’ chiesto di riempire un semplice questionario, che dovrebbe aiutarci a determinare il numero di utenti e di Arachne installati. Nella pagina dei download troverai anche “Arachne packages” con caratteri altrenativi a quelli standard, lettori e client vari ad altre utility.

Amaya

Amaya è un editor Web, vale a dire uno strumento utilizzato per creare e aggiornare i documenti direttamente sul Web. Browsing features are seamlessly integrated with the editing and remote access features in a uniform environment. Visualizzazione di caratteristiche sono perfettamente integrato con l’editing e la funzionalità di accesso remoto in un ambiente uniforme. This follows the original vision of the Web as a space for collaboration and not just a one-way publishing medium. Questo segue l’originale visione del Web come uno spazio di collaborazione e non solo di un modo di pubblicazione medio.
Work on Amaya started at W3C in 1996 to showcase Web technologies in a fully-featured Web client. Sul lavoro del W3C Amaya iniziato nel 1996 a vetrina tecnologie Web in un fully-featured client Web.
The main motivation for developing Amaya was to provide a framework that can integrate as many W3C technologies as possible. La principale motivazione per lo sviluppo di Amaya è stato quello di fornire un quadro di riferimento che può integrare il maggior numero possibile di tecnologie W3C. It is used to demonstrate these technologies in action while taking advantage of their combination in a single, consistent environment. È utilizzato per dimostrare queste tecnologie in azione mentre approfittando della loro combinazione in un unico ambiente coerente.
Amaya started as an HTML + CSS style sheets editor. Amaya è iniziato come uno HTML + editor di fogli di stile CSS.
Since that time it was extended to support XML and an increasing number of XML applications such as the XHTML family, MathML, and SVG. Da quel momento è stato esteso per supportare XML e un numero crescente di applicazioni XML, come XHTML famiglia, MathML, e SVG. It allows all those vocabularies to be edited simultaneously in compound documents. Esso consente a tutti coloro i vocabolari essere modificate contemporaneamente in documenti composti.
Amaya includes a collaborative annotation application based on Resource Description Framework ( RDF ), XLink, and XPointer. Amaya include una domanda di annotazione di collaborazione basato su Resource Description Framework (RDF), XLink, XPointer.
Visit the Annotea project home page. Visita il progetto Annotea home page.

Galeon

Galeon è un web browser per GNOME basato sul motore grafico di Mozilla, Gecko.

Quando fu creato Galeon, i più popolari browser di quel periodo (Netscape, Mozilla e Internet Explorer) erano programmi multifunzionali. Ciò li rendeva lenti all’avvio e poco duttili poiché necessitavano di molta memoria o di un processore potente. Galeon è stato il primo browser grafico tradizionale sviluppato appositamente per ridurre le funzioni secondarie.

Il team di sviluppo iniziale di Galeon si divise nel 2002 per disaccordi sul target del programma. Da questa divisione nacque Epiphany, fork di Galeon. Epiphany diventò presto il browser predefinito di GNOME. Il 22 ottobre 2005, gli sviluppatori di Galeon dichiararono l’interruzione dello sviluppo del browser.

Sito web ufficiale

w3m

w3m è un browser web testuale open source. Supporta le tabelle, i frame, le connessioni SSL, i colori ed anche le immagini in linea su terminali abilitati. In genere, w3m visualizza le pagine in una forma che sia il più possibile vicina a quella originale.Il nome “w3m” sta per “WWW-o miru”, che in giapponese significa “vedi il WWW”.

In Emacs

w3m viene usato anche dall’editor di testo Emacs text editor attraverso il modulo w3m.el, scritto in Emacs Lisp. Il modulo consente una rapida visualizzazione delle pagine web dentro Emacs. Tuttavia, la visualizzazione delle pagine non viene fatta in Emacs Lisp; solo la presentazione all’utente viene gestita in Emacs Lisp, mentre la resa delle stesse viene fatta da w3m. In questo modo si ottiene un rendering più rapido rispetto al più lento Emacs/W3

Fork

Ci sono due fork di w3m che aggiungono il supporto a codifiche di caratteri multiple ed altre caratteristiche assenti nell’originale.

  1. w3m-m17n di Hironori Sakamoto (“m17n” significa “internazionalizzazione”), e
  2. w3mmee di Kiyokazu Suto (“mee” significa “Estensioni per Codifiche Multiple”).

Sito ufficiale

Avant Browser

Avant Browser è un web browser (programma di navigazione sul web) sviluppato in Delphi e basato su Internet Explorer, il quale richiede appunto di essere installato per far funzionare il primo.Rispetto ad Explorer, disponeva di alcune funzionalità aggiuntive, tra cui la navigazione contemporanea su più siti, la navigazione a schede, il blocco delle finestre pop-up, un sistema di protezione della privacy basato sulla cancellazione periodica della cache e della “history”. Disponeva inoltre della possibilità di eseguire ricerche integrate utilizzando Yahoo e Google,vantaggio mantenuto fino a quando Microsoft ha rilasciato la versione 7 del popolare browser,aggiungendo funzioni presenti già da anni nei web browser moderni.È facile da utilizzare, versatile e stabile.

Caratteristiche

Inizialmente Avant browser era un clone di Opera con il motore di Internet Explorer, Avant offre molte opzioni presenti in Opera che non esistono in Internet Explorer 6 standard (senza Service Pack 2 e aggiornamenti vari):

  • Blocco animazioni Flash, video, immagini e i controlli ActiveX possono essere bloccati
  • Blocco finestre Pop-up: vengono bloccate di default.
  • Funzioni del mouse: i link possono essere aperti in background ed è possibile cambiare la funzionalità dei pulsanti del mouse; ad esempio, la rotella di scorrimento delle pagine può essere utilizzata per aprire link in modalità background oppure in una nuova finestra. Questa opzione è molto utile se si pensa che in Internet Explorer standard occorre cliccare sul link e poi su “Apri collegamento in una nuova finestra”.
  • Password: si può scegliere di utilizzare Avant per memorizzare le password utilizzate nei form in Internet in modo tale da non inserirle ogni volta che è richiesta l’autenticazione. Questa opzione è utile solamente se si è l’unico utente che ha accesso al computer ma richiede comunque una nuova password da utilizzare per accedere a quelle memorizzate.
  • Apertura pagine: possono essere aperte contemporaneamente più pagine, rimanendo all’interno dell’unica interfaccia del programma.
  • Schermo intero: la funzione di Avant permette di visualizzare la pagina web a tutto schermo nascondendo completamente l’interfaccia del programma.
  • Motori di ricerca: è possibile effettuare ricerche all’interno dell’interfaccia del programma utilizzando i motori di ricerca di Google e Yahoo!
  • Pulizia delle tracce: è possibile rimuovere facilmente tutte le tracce lasciate dalla navigazione (cookie, cronologia ecc.).
  • In caso di crash, alla successiva riapertura del programma è possibile riaprire le pagine che si stavano visitando.
  • Interfacce: è possibile modificare l’interfaccia standard cambiandone l’aspetto
  • Lettore di feed RSS: include un lettore dei feed.

ELinks

ELinks è un browser web testuale per sistemi operativi nativi UNIX.Il suo sviluppo iniziò verso la fine del 2001 come un fork sperimentale (Experimental, da qui il nome ELinks) del browser web Links. Da allora, con i miglioramenti al browser, alla ‘E’ è stato attribuito il significato di Enhanced o Extended (migliorato o esteso). Dal 1 settembre 2004, il manutentore del progetto ELinks è diventato Jonas Fonseca, che succede al precedente, Petr Baudiš, a causa della mancanza di tempo e perdita di interesse di quest’ultimo.

Uno dei maggiori miglioramenti di ELinks rispetto a Links, è l’aggiunta dei tab, inoltre è in corrente sviluppo il supporto per i fogli di stile e ECMAScript.

K-Meleon

K-Meleon è un browser per la navigazione nel Web molto leggero e basato su Gecko, il motore di rendering di Mozilla.

Il progetto K-Meleon è stato creato facendo particolare attenzione alla velocità del programma, piuttosto che alla grafica, che risulta leggerissima ed essenziale. La leggerezza e la velocità di K-Meleon dipendono fondamentalmente dal fatto che utilizza per l’interfaccia le librerie di sistema.

A causa dei suoi tempi di risposta particolarmente veloci e al suo bassissimo consumo di risorse, K-Meleon è particolarmente indicato per macchine con hardware vecchio o con risorse limitate.

K-Meleon è distribuito gratuitamente (sotto licenza GPL) ed è completamente compatibile con i più diffusi standard di Internet (grazie al motore Gecko). K-Meleon gira su tutte le piattaforme Microsoft Windows a 32 bit (95, 98, NT, 2000, XP32). A causa delle piccole dimensioni del gruppo di sviluppatori, i rilasci delle nuove versioni di K-Meleon non avvengono regolarmente. Questo comporta diversi problemi, soprattutto nel caso in cui vengano trovate vulnerabilità legate alla sicurezza (principalmente derivanti dal nucleo Mozilla del software). Il progetto si basa sul il motore di SeaMonkey.

K-Meleon è stato originariamente sviluppato da Christopher Thibault nel 2000. Da allora, Thibault ha praticamente abbandonato il progetto lasciando lo sviluppo ad altri, come Dorian Boissonnade e Hao Jiang.

Camino

a blue globe

Camino™ è un browser web ottimizzato per Mac OS X programmato usando Cocoa l’ambiente di sviluppo ad

oggetti creato da Apple e sfruttando il famoso motore di visualizzazione Gecko. È un browser per Mac OS X semplice, sicuro e veloce.

Camino pratica l’ arte della semplicità con una interfaccia utente leggera ma con le caratteristiche che vi attendete da un browser moderno come navigazione  per schede e blocco dei pop-up impostabile.

Integrato con Google, il campo di ricerca Google di Camino vi aiuta a trovare velocemente quello che  state cercando.

Prendiamo seriamente in considerazione la vostra sicurezza e privacy. Ecco perchè Camino integra una gestione avanzata dei Cookie. Camino vi aiuta anche ricordandovi quando entrate ed uscite da siti web sicuri.

Camino è uno dei browser più veloci per MacOS X, le innovative caratteristiche accelerano la navigazione su internet.

Il punto di forza di Camino è nel motore di visualizzazione Gecko, sviluppato e testato da migliaia di volontari e che implementa in assoluto il maggior numero di nuove funzionalità introdotte nel web negli ultimi tempi.

Ecco le nuove caratteristiche introdotte fin da Camino 0.8.2:

  • Le voci nel Menu del Segnalibri e nella Barra del Segnalibri ha ora il comando per aprire direttamente il lihk in una nuova scheda
  • Command+la freccia giù/su scorrono la pagina web all’inizio/fine (come in Safari)
  • Eliminate le chiusure inaspettate dell’applicazione quando si caricano pagine che usano i comandi :hover , :overflow e scrolling
  • Riconosce correttamente la nuova posizione del Segnalibri di Firefox 1.0
  • Importa i separatori fra i segnalibri importando da Netscape/Mozilla/Firefox
  • Eliminati i problemi con i Segnalibri importati che causavano chiusure inaspettate e bloccaggi di Camino
  • Eliminati gli errori di importazione del Segnalibri da Netscape/Mozilla/Firefox
  • Eliminato il bug che non apriva alcuna finestra quando la vostra homepage era impostata come bianca
  • Eliminato ‘errore di ordinamento quando sottocartelle vengono aggiunte ad altre cartelle del Segnalibri
  • La gestione del Segnalibri viene aggiornato correttamente quando si trascina una cartella in un nuovo  “container”
  • La gestione dei download ora riporta correttamente il nome dei file quando questi vengono rinominati dell’utente
  • Eliminato il problema per cui se si selezionava un segnalibro da una sottocartella dalla barra dela Segnalibri venivano automaticamente aperti tutti i segnalibro della sottocartella stessa
  • Eliminati numerosi difetti per migliorare la localizzazione

Download

25 responses

17 02 2008
sele

che bello questo blog…ci sto prendendo tante cose interessanti…cose che non sapevo!^_^

21 02 2008
Stefilma

grazie per il tuo interesse

21 04 2008
gennaro

oggi ho imparato ke il computer non si usa come fermacarte ma come un utile accessorio
tutta sta roba nn l ho mai saputa vi siete dati parekkio da fare

21 04 2008
Stefilma

Grazie GENNARO per aver visualizzato il sito

21 04 2008
Stefilma

Grazie “AMICO STEP” mi raccomando espandi la voce

21 04 2008
step

bel sito/blog
posso dire di conoscere il webmaster e complimentarmi x tutte le informazioni che è riuscito a trovare,visto che non aveva nient altro da fare che creare un sito che spiega le diverse funzionalità del computer.Non dico che ha fatto male anzi il contrario,dato ke questo sito/blog mi ha aiutato a comprendere in un modo migliore tutte le capacità e le funzionalità del mio computer visto che appena l ho comprato non sapevo nemmeno distinguere il mouse dalla tastiera(questa è una burla naturalmente) e quindi vorrei ringraziare vivamente il propietario di tutto ciò e di augurargli buona fortuna.
Cordiali saluti
Step91
P:S. vorrei anche porgere i miei saluti a ste.fil.ma e augurargli un buon proseguo
e ringrazio anche tutti quelli che tifano per me e la mia squadra grazie grazie
BRIGATA 3 A/S

21 04 2008
step

state tranquillo cercherò di far conoscere a piu’ persone incolte questo sito/blog cosi da ampliare le conoscenze riguardo all uso del portable computer

21 04 2008
Stefilma

Gentile visitatore “Step” la ringrazio per il suo interessamento riguardo il sito/blog (spero di averti fatto capire la differenza tra il mouse e la tastiera)la ringrazio ancora per il suo aiuto (riguardo ad espandere la RANK del sito/blog).
Nel ringraziarti ti porgo i miei Più sentiti saluti
P.s=Tiferò per la BRIGATA 3 A/S

21 04 2008
step

grazie

13 05 2008
Dario

Ciao! Sono l’amministratore di inside the world, mi sono spostato a insidetheworld.netsons.org ti va di fare scambio link nelle Blogroll?

13 05 2008
DarioVignali

Allora facciamolo… ti ho già aggiunto, tocca a te😀

13 05 2008
DarioVignali

lasciami un commento sul mio quando fatto e ricorda che il mio blog è a insidetheworld.netsons.org e non più .wordpress.com😀

14 05 2008
Stivesan

Mi sbaglio o manca maxtor?

14 05 2008
Stefilma

la sezione riguardante i browser è ancora in continuo sviluppo

14 05 2008
diackono

stivesan se conosci maxtor come browser dacci le informazioni le pubblicheremo immediatamente.

20 05 2008
frà

ciao giuggiolo

30 05 2008
3 06 2008
luca

ho trovato molto interessante questo sito.mi congratulo con il webmaster.

3 06 2008
Stefilma

Grazie Luca,
per aver visitato The Curser Code

10 06 2008
mattiaz

daje stè!

16 07 2008
emo sucks

bella ste
continua cosi!
e ricorda: -leggi il mio nik-

1 09 2008
--h0Us3_K3_sP4Kk4--

bel sito..

24 02 2009
Administrator

Ho cambiato indirizzo al blog, ora non è più insidetheworld… mi sono spostato a dariovignali.com puoi correggere?🙂

24 02 2009
Stefilma

fatto🙂

4 04 2009
DottoreFolle!

ciao a tt

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...